bando-inail-2019-del-pianoFinanziamenti a tasso zero alle imprese nel bando 2019 ISI INAIL per salute e sicurezza dei lavoratori, e per smaltire il pericoloso amianto.

La domanda per il bando ISI INAIL sarà presentato solo in via telematica dalle imprese. I finanziamenti a fondo perduto saranno erogati a quelle aziende che intendono eseguire progetti di bonifica amianto, e per ogni attività progettuale rivolta ad aumentare la sicurezza e la salute dei lavoratori sul luogo di lavoro.

Lo stanziamento è stato di oltre 300 milioni di euro, molto elevato rispetto alle edizioni passate. Il sistema di presentazione delle domande seguirà l’ormai noto sistema del click day, con un pre-caricamento di tutta la documentazione, sempre online.

Il termine dovrebbe corrispondere al mese di giugno, mentre fra i mesi di aprile e maggio 2019 presumibilmente sarà dato modo alle imprese di caricare le domande. Il bando non sembra comunque di semplice compilazione, conviene dunque prepararsi per tempo, e già da ora.

Può essere un’ottima occasione per sostituire i macchinari dell’azienda, come tutta la dotazione elettrica, o ancora materiale elettrico non a norma o antiquato, con sistemi e modelli più recenti e soprattutto sicuri per i lavoratori.

Del Piano Elettrico offre uno shop completamente fornito, da cui scegliere ogni articolo che possa avere questa funzione.

Bando finanziamenti ISI INAIL 2019: quali sono le imprese beneficiarie

Tutte le imprese sono possibili beneficiarie del bando, comprese le imprese individuali, presenti sul territorio nazionale e iscritte alla CCIAA.

I finanziamenti a fondo perduto INAIL saranno concessi per la copertura di costi fino al 65% su un massimo di 130.000 euro, con un limite minimo di 5.000 euro.

Il contributo viene concesso sulla base dei limiti “de minimis” per ogni settore:

  • Euro 15.000 nel settore agricoltura
  • Euro 30.000 per il settore pesca e acquacoltura
  • Euro 100.000 per il settore del trasporto su strada
  • Euro 200.000 per tutti gli altri settori

Progetti ammessi e agevolabili con i contributi INAIL

Sono ammissibili contributi alle imprese dal bando – a titolo di esempio – per:

  • Progetti di investimento atti a migliorare le condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori
  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

Finanziamenti INAIL, ecco i requisiti

Ecco i requisiti di base per avviare la domanda bando ISI INAIL, per il finanziamento a fondo perduto:

  • Avere unità produttiva nel territorio della Regione o Provincia dove è presentata la domanda
  • Essere iscritti al Registro Imprese o Albo Artigiani
  • Essere nel libero e pieno esercizio dei propri diritti
  • Avere un DURC regolare
  • Non avere già richiesto altri contributi per lo stesso progetto, esclusi eventuali garanzie sul credito
  • Essere in regola con le condizioni UE per gli aiuti “de minimis”

Come presentare la domanda per i contributi

E’ opportuno, vista la difficoltà del progetto, affidarsi a un proprio consulente o una associazione di categoria, che possa raccogliere, analizzare e dare parere preventivo sulla fattibilità.
Ogni spesa per la sicurezza è un titolo di budget indispensabile e necessario. Perfetto quando un finanziamento a fondo perduto possa dare un aiuto alle imprese in crescita e miglioramento, traghettandole sempre più vicino agli standard europei.

Per avere un preventivo ad hoc, per un privato o per un installatore, consigliamo di mettervi in contatto con l’azienda attraverso QUESTO LINK.

Per tutte le informazioni sui Bandi INAIL disponibili e per le suddivisioni per regione, potete visitare cliccando QUI il sito web INAIL.

ATTENZIONE: Le risorse hanno fondi limitati e saranno erogate fino a esaurimento del budget regionale. E’ necessario inviare la domanda prima possibile, per riuscire a usufruirne.

× Contattaci subito con Whatsapp